Benvenuto nel Magazine delle Profumerie Mallardo. Per te subito un fantastico sconto. I nostri negozi Entra in profumeria

NEGOZIO

HomebenessereTalassoterapia: come e quanto fa bene il mare

Talassoterapia: come e quanto fa bene il mare

Storie collegate

Come scegliere il profumo giusto per l’autunno

Il profumo è qualcosa di molto personale e ognuno...

Tendenze make-up per il prossimo autunno

Inutile girarci intorno: l’estate sta finendo e l’autunno è...

Il make-up che invecchia: gli errori da evitare

Il make-up è un alleato prezioso per mettere in...

Epilazione laser: quanto costa e perché sceglierla

L’epilazione laser è una tecnica abbastanza semplice e poco...

Il mare fa bene, anzi, benissimo: leviga e rivitalizza la pelle e il corpo, stimola il metabolismo, modella.

In questo articolo, vediamo proprio quali sono i numerosi benefici della talassoterapia.

Cos’è la talassoterapia

Il mare, grazie all’acqua, alla sabbia e ai fanghi è un grande alleato del benessere. Si tratta di un assunto noto fin dall’antichità.

Non a caso, il termine talassoterapia deriva dal greco antico: thalassa (mare) e thérapeia (trattamento).

La talassoterapia è una terapia antica e naturale, dal momento che sfrutta le proprietà dell’acqua marina e di tutte le altre componenti tipiche del clima marino: la sabbia, i fanghi e le alghe.

Attraverso di esse, si può remineralizzare, rigenerare, rilassare e stimolare l’organismo.

In epoca moderna, il primo stabilimento talassoterapico nasce nel XIX secolo a Brighton, in Inghilterra, mentre, nel secolo successivo, la talassoterapia si diffonderà in tutta Europa.  

Il principio alla base della talassoterapia è quello secondo il quale la composizione dell’acqua del mare è incredibilmente affine a quella del plasma umano, dal momento che possiedono concentrazioni simili di minerali.

Quando ci si immerge nell’acqua marina, gli oligoelementi e i sali marini contenuti in essa vengono assorbiti con facilità dai pori della pelle, contribuendo a ripristinare l’equilibrio dell’organismo e infondendo energia.

Allo stesso modo, anche la sabbia, i fanghi e le alghe contengono proprietà preziose, quali ad esempio il magnesio, il fosforo, il sodio, lo iodio e il potassio. Questi elementi, d’altronde, vengono spesso impiegati come ingredienti di prodotti e trattamenti cosmetici purificanti e lenitivi. 

Come funziona la talassoterapia

I trattamenti di talassoterapia sono davvero molto numerosi.

Se ne può usufruire in centri benessere collocati in prossimità del mare.

In essi, è possibile fare esercizi e massaggi o semplicemente passeggiare restando immersi nell’acqua di mare. Segue poi la possibilità di sottoporsi a vere e proprie cure estetiche, utilizzando la sabbia o le alghe purificate ad hoc: sabbiature, fanghi, bagni caldi e freddi, e molto altro.

Qui di seguito, ne vediamo alcuni.

Il bagno nell’acqua marina

I bagni in acqua di mare consistono nell’immergersi completamente o parzialmente nell’acqua di mare, calda o fredda.

Il bagno in acqua fredda favorisce la circolazione e la tonicità muscolare.

Il bagno in acqua calda, invece, solitamente ad una temperatura di circa 37°, idrata la pelle e stimola la vasodilatazione e il metabolismo.

Le sabbiature

Le sabbiature, effettuate con sabbia calda, vengono utilizzate soprattutto per contrastare i dolori reumatici e quelli articolari.  

Fanghi e alghe

I fanghi e le alghe marini vengono applicati sulla pelle. I fanghi hanno un’azione antinfiammatoria e tonificante; le alghe, invece, hanno un effetto antibatterico e antiossidante, e favoriscono il drenaggio dei liquidi.

La talassoterapia fai da te

Se però non hai tempo di recarti in un centro specializzato in talassoterapia, ci sono molti modi per sfruttare i benefici del mare, semplicemente entrando in contatto con questo prezioso elemento.

Anche solo camminare in mare o farsi coccolare dalle onde nuotando dona immediati benefici.

Il semplice contatto con il mare e con l’ambiente marino ha infatti, di per sé, innumerevoli benefici. Eccoli, qui di seguito elencati.

  • Grazie allo iodio, stimola il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi;
  • Tonifica i tessuti e contrasta la cellulite;
  • Agisce da peeling naturale per la pelle;
  • Migliora la circolazione e accelera il flusso sanguigno;
  • Modella e leviga, compattando la pelle;
  • Rende i capelli più lucenti e più forti, favorisce l’eliminazione del sebo e contrasta la forfora;
  • Rinforza il sistema immunitario;
  • Migliora la respirazione, riduce l’asma, contrasta le allergie e la sinusite;
  • Riduce i disturbi della pelle, quali le dermatiti, la psoriasi, gli eczemi e gli eritemi;
  • Regola i livelli di serotonina riduce quindi lo stress, gli stati depressivi e l’ansia;
  • Può prevenire reumatismi, osteoporosi e artropatie croniche.
  • Favorisce la concentrazione e aiuta a dormire meglio;

La talassoterapia, però, non è per tutti

Chi soffre di ipertensione e di epilessia, nonché di altre patologie del sistema cardiovascolare e nervoso, non trae molti benefici dalla talassoterapia. Allo stesso modo, chi soffre di disturbi della tiroide, dovrebbe stare attento a causa degli alti livelli di iodio.  Anche in gravidanza, è bene astenersi da veri e propri trattamenti di talassoterapia e limitarsi ad andare al mare. In ogni caso, è sempre bene parlare con il proprio medico di famiglia prima di recarsi in un centro talassoterapico.

Storie recenti