Benvenuto nel Magazine delle Profumerie Mallardo. Per te subito un fantastico sconto. I nostri negozi Entra in profumeria

NEGOZIO

HomeconsigliAbbronzatura anche d’inverno: i nostri consigli

Abbronzatura anche d’inverno: i nostri consigli

Storie collegate

Tom Ford: icona del profumo d’autore

Tom Ford, l’abbiamo già detto, si è distinto fin...

Storia dei profumi di Dolce & Gabbana: glamour, sensualità ed eleganza

Abbiamo già parlato in un precedente articolo del marchio...

I profumi di Narciso Rodriguez: una storia di successo senza pari

Abbiamo parlato di Narciso Rodriguez e di come egli...

L’estate è ormai finita da un po’ e parole come tintarella e pelle dorata sono ormai soltanto uno sbiadito (è proprio il caso di dirlo!) ricordo.  Chi non vuole rinunciare alla tintarella neppure durante la stagione fredda, però, ha a disposizione un paio di possibilità per soddisfare il proprio desiderio.

Vediamo, in questo articolo, quali sono e a cosa bisogna prestare attenzione

Abbronzatura anche d’inverno: sì, ma artificiale

Sono molte le persone della tintarella a tutti i costi e che decidono dunque di ricorrere alle lampade e ai solarium, optando dunque per un’abbronzatura completamente artificiale.

Le lampade sono dei macchinari che, per mezzo dei raggi UVA, inducono i melanociti a produrre melanina e, in questo modo, a rendere la pelle abbronzata.

Volere la pelle abbronzata anche in inverno è un desiderio legittimo, ma occorre però essere consapevoli dei pericoli che si corrono con un uso troppo frequente di lampade e lettini solari.

I raggi UVA non sono nocivi quanto quelli UVB, essi penetrano però comunque negli strati più profondi della cute e rischiano di causare un precoce invecchiamento cutaneo, di lasciare macchie sulla pelle o, nel peggiore dei casi, di provocare tumori.

I raggi UV assorbiti nei solarium sono infatti molto più pericolosi di quelli del sole, dal momento che essi risultano da 10 a 15 volte più forti della luce solare.

È vero pure, però, che i centri estetici utilizzano ormai apparecchiature di ultimissima generazione e che subiscono controlli e manutenzione regolare. Allo stesso modo, i tempi di esposizione sono limitati e l’emissione dei raggi è regolata (non deve essere superiore a 0,3 W/mq).

L’importante è non sottoporsi comunque al trattamento della lampada solare più di una volta al mese.

Le lampade sono vietate ai minori

Le disposizioni vigenti vietano l’utilizzo delle lampade solari alle donne in gravidanza ed ai minori di 18 anni. Allo stesso modo, i solarium sono da sconsigliare a chi utilizza cosmetici, prodotti abbronzanti o profumi. Gli specialisti, inoltre, consigliano di sottoporsi ad una visita dermatologica prima di una seduta sul lettino e di esporsi ai raggi UVB in maniera graduale. Le persone di carnagione molto chiara non dovrebbero farne uso.

Lampade abbronzanti: i rischi per la salute

La cheratosi solare colpisce coloro che si espongono in maniera prolungata ai raggi solari o alle lampade abbronzanti. Particolarmente predisposte sono le persone che appartengono ai cosiddetti fototipi 1 e 2, che si scottano facilmente, ma sono in pericolo anche tutti coloro che passano molto tempo sotto il sole, naturale o artificiale che sia. È dunque sempre bene, dopo i trent’anni, sottoporsi almeno una volta a una visita specialistica.

E allora? Occorre avere paura e rinunciare del tutto all’abbronzatura invernale?

Nient’affatto! Così come nella maggior parte delle cose della vita, la moderazione è la via giusta. Possiamo recarci al solarium per ottenere una soddisfacente abbronzatura artificiale, ma senza esagerare e dopo una visita dermatologica che ci tranquillizzi.

Le lampade, però, non sono di certo l’unico modo per ottenere la tintarella invernale!

Abbronzatura anche d’inverno: le alternative al solarium

Le alternative al solarium sono davvero molto numerose.

La prima tra tutte: trascorrere un periodo di vacanza in una località tropicale. Se ne abbiamo la possibilità, è il metodo migliore non solo per abbronzarsi, ma anche per staccare la spina dalla routine invernale.

Si tratta però, verosimilmente, di una soluzione non alla portata di tutti. Sicuramente alla portata di tutti, però, è un’alimentazione che comprenda alimenti in grado di favorire l’abbronzatura, come le carote, le pesche, i peperoni, i pomodori.

Allo stesso modo, possiamo utilizzare delle creme autoabbronzanti.

Insomma, sostanzialmente, possiamo utilizzare tutti quegli accorgimenti che abbiamo usato poco prima dell’estate per non arrivare completamente pallide all’appuntamento col solleone.

Non è esattamente la stessa cosa, ma di certo riusciremo a non essere completamente grigie e pallide durante la stagione invernale!

Storie recenti