Benvenuto nel Magazine delle Profumerie Mallardo. Per te subito un fantastico sconto. I nostri negozi Entra in profumeria

NEGOZIO

HomeconsigliCome curare la pelle mista

Come curare la pelle mista

Storie collegate

Come scegliere il profumo giusto per l’autunno

Il profumo è qualcosa di molto personale e ognuno...

Tendenze make-up per il prossimo autunno

Inutile girarci intorno: l’estate sta finendo e l’autunno è...

Il make-up che invecchia: gli errori da evitare

Il make-up è un alleato prezioso per mettere in...

Epilazione laser: quanto costa e perché sceglierla

L’epilazione laser è una tecnica abbastanza semplice e poco...

La pelle è mista quando non è uniforme. Questo tipo di pelle presenta infatti sia zone aride e secche che aree impure, grasse e, in molti casi, acneiche.

La pelle mista, dunque, è in parte secca e in parte grassa.

Si tratta di un tipo di pelle molto diffuso, per il quale diversi sono i prodotti specifici disponibili in commercio. Il segreto è nel saperli scegliere!

In questa piccola guida, ti forniamo proprio un paio di consigli utili su come curare la pelle mista.

Caratteristiche della pelle mista

La pelle mista, dunque, non è omogenea, ma caratterizzata da punti molto secchi e da altri oleosi e grassi.

Dove la pelle mista è grassa

La pelle mista si presenta lucida e grassa soprattutto nella cosiddetta zona T: su naso, fronte e mento; spesso, in queste zone, sono presenti anche acne e punti neri e bianchi, e i pori sono dilatati.

Dove la pelle mista è secca

La pelle mista tende ad essere secca, desquamata e fragile soprattutto sulle guance, nel contorno occhi, attorno alle labbra e sul collo.  

Perché la pelle è mista

La pelle mista è in sé molto particolare. Importanti sono, per la sua presenza, cause di tipo genetico e, in seconda battuta, l’uso di cosmetici non adeguati, magari troppo aggressivi, ovvero in grado di alterare il film idrolipidico naturale dell’epidermide.

Come riconoscere la pelle mista

Il primo step per prendersi cura della pelle mista è essere consapevoli di averla.

Molte persone con pelle mista, infatti, credono di avere la pelle grassa e utilizzano trattamenti troppo aggressivi che non fanno che peggiorare il problema.

Per capire se la propria pelle è mista e non grassa, basta osservarla dopo la detersione: la zona del naso e della fronte apparirà lucida dopo pochissimo tempo, mentre le altre zone del volto saranno più opache, perché secche.  

Importanti sono anche le reazioni della pelle del viso all’uso dei diversi prodotti cosmetici, soprattutto detergenti.

Utilizzando prodotti specifici per la pelle grassa, infatti, si avvertirà subito la tipica sensazione della pelle che “tira” nelle zone più secche.

Se invece si utilizzano prodotti per pelle normale o secca, le aree più grasse diventeranno lucide in men che non si dica.

Cosa fare se hai la pelle mista

Tutto quello che abbiamo detto finora potrebbe gettare nella disperazione più di qualcuno. Ma non è proprio il caso di allarmarsi. Piuttosto, occorre seguire alcune buone regole generali.

In generale, la pelle mista non dev’essere ipernutrita, ma neppure aggredita con lavaggi troppo frequenti o con prodotti irritanti.

Un ottimo consiglio è quello di curare la parte “dominante”, ovvero quella grassa se è prevalente rispetto a quella secca, o viceversa.

A volte, è difficile stabilire questo e il ricorso ad un dermatologo può essere una buona soluzione. Il medico analizzerà la nostra pelle e ci darà le indicazioni necessarie a scegliere i prodotti cosmetici più adatti.

In commercio, esistono comunque ottimi prodotti specifici, in grado di idratare la pelle senza appesantirla e senza provocare l’effetto lucido.

In casi particolari, potrebbe essere utile trattare le differenti aree del viso con differenti prodotti, ciascuno dei quali adatto ad una specifica zona.  

La detersione è molto importante, ma bisogna prestare attenzione a prodotti quali gli scrub: l’idea di dover esfoliare quotidianamente la pelle mista è assolutamente sbagliata. L’ideale è eseguire uno scrub a settimana. 

La pelle mista, inoltre, reagisce ai cambi di stagione. Ne consegue che è necessario variare i prodotti utilizzati in base ai vari periodi dell’anno. Occorre scegliere prodotti facilmente assorbibili in estate e corposi ma non occludenti in inverno.

In particolare, è preferibile utilizzare detergenti molto delicati, sebonormalizzanti ed idratanti.

Storie recenti