Benvenuto nel Magazine delle Profumerie Mallardo. Per te subito un fantastico sconto. I nostri negozi Entra in profumeria

NEGOZIO

HomeconsigliCome proteggere la pelle dall’inquinamento: prodotti e consigli

Come proteggere la pelle dall’inquinamento: prodotti e consigli

Storie collegate

Gli errori da non fare con i capelli per non sembrare più vecchia della tua età

I capelli contano davvero moltissimo nell'espressività del viso. Ne consegue...

Come si indossa il rossetto rosso secondo Chanel Haute Couture

Chi ci segue sa che abbiamo parlato altre colte...

Pelle perfetta: i 9 super alimenti che la rendono possibile

Anche tutto quello che mangiamo influisce sulla qualità della...

Il ghiaccio è il nuovo protagonista della skincare

Ultimamente, pare proprio che la parola d’ordine della bellezza...

L’inquinamento fa male alla pelle, molto male.

In questo articolo vediamo proprio come proteggere la pelle dall’inquinamento, con le pratiche e i prodotti giusti!

Perché l’inquinamento fa male alla pelle

Le microparticelle che si trovano nell’aria per via dello smog e dell’inquinamento sono particolarmente nocive per la nostra pelle e provocare effetti quali la secchezza o l’invecchiamento precoce.

È l’inquinamento, infatti, oggigiorno, uno dei maggiori problemi con cui dobbiamo confrontarci: smog ed aria sporca possono portare gravi danni alla nostra pelle e alla nostra salute in generale. Ogni giorno le microparticelle inquinanti presenti nell’aria si depositano sull’epidermide: gli agenti inquinanti, le polveri sottili e le impurità entrano a contatto con la nostra pelle e la danneggiano.

Tra gli agenti inquinanti sono soprattutto ozono, zolfo, piombo e ossido di azoto a colpire la pelle del viso, la più esposta. Queste impurità, depositandosi sull’epidermide, formano una patina che ostruisce i pori, impedisce l’ossigenazione della pelle e limita la fuoriuscita del sebo.

L’inquinamento, inoltre, è molto dannoso per quanto riguarda i radicali liberi. Questi, entrando in contatto con gli organismi cellulari della pelle, riducono la produzione di elastina e collagene, molto importanti per il rinnovamento cellulare. In questo modo, si verifica un’accelerazione del processo di invecchiamento cutaneo, con la comparsa di rughe, la riduzione di tono cellulare e dell’elasticità.

L’inquinamento può essere inoltre causa di malattie della pelle, quali eczemi, dermatite, acne o eritemi di tipo allergico.

È dunque particolarmente importante imparare a prendersi cura dell’epidermide in modo da prevenire i danni causati dello smog.

Regola numero uno: idratare

 Idratare la pelle con creme specifiche in grado di mantenere la pelle nutrita, elastica e idratata è molto importante.

Al tempo stesso, occorre detergere la pelle regolarmente con prodotti non aggressivi, esfoliare e proteggere le zone più esposte.  

L’ideale è optare per creme che favoriscono il rinnovo cellulare e l’ossigenazione. Molto indicate sono le creme a base di acido ialuronico, zinco, manganese, ceramidi e vitamine A, C ed E.

Da non dimenticare i filtri solari: è bene che la crema da giorno utilizzata ne contenga!  

Gli effetti più evidenti dell’inquinamento: pelle secca e spenta

Per via dell’inquinamento, la pelle si disidrata, perde compattezza e “tira”.

Il clima rigido può peggiorare ulteriormente questi sintomi, così come i riscaldamenti troppo alti. In questo caso, è importante idratare, anche più volte al giorno, se necessario.

Gli effetti più evidenti dell’inquinamento: l’invecchiamento cutaneo

Con l’inquinamento, la pelle invecchia più velocemente. Le microparticelle delle sostanze dannose, soprattutto i radicali liberi, limitano la produzione di collagene.  Per questa ragione, la pelle perde elasticità e capacità di rigenerarsi. È dunque importante nutrire la pella con creme contenenti vitamine e acido ialuronico.

Gli effetti più evidenti dell’inquinamento: l’iperpigmentazione

Questo è un problema spesso sottovalutato. Lo smog può infatti provocare un colorito giallastro e opaco. Allo smog si aggiungono gli effetti simili dei raggi UVA e UVB. Per questa ragione, se si vive i zone molto inquinate e/o si ha la pelle delicata, è bene utilizzare una protezione solare anche d’inverno.

Anche i capelli risentono dell’inquinamento

Anche i capelli possono diventare molto deboli e fragili a causa dell’inquinamento, e cadere più velocemente. Ciò soprattutto a causa dei radicali liberi, che ostruiscono i follicoli e portano alla caduta dei capelli, o a renderli secchi, spenti e opachi. I capelli, peraltro, hanno la capacità di “attrarre” lo smog. È bene dunque lavare i capelli abbastanza spesso con uno shampoo poco schiumoso e leggero.

Concludiamo riassumendo. Le parole d’ordine sono dunque: cura, pulizia e protezione. In questo modo, puoi evitare di risentire in maniera troppo pronunciata delle conseguenze dell’inquinamento!

Storie recenti